sedute emozioni mente breve

COSA E' UN TRAUMA?


una risposta congelata nel corpo






Dal punto di vista psicologico il trauma è un evento inaspettato e di forte intensità che l'organismo percepisce come un pericolo per la sopravvivenza.

Ne facciamo esperienza da sempre, solo da vent'anni il trauma è oggetto di ricerca scientifica. Le radici del trauma risiedono nella nostra fisiologia e la chiave della guarigione è, nella capacità di attivare le risorse del nostro sistema nervoso. La vulnerabilità al trauma è diversa da persona a persona ed è vero che l'intensità dell'esperienza è un elemento importante ma non è sufficiente a definire il trauma. Incidenti apparentemente semplici come cadute o procedure mediche, possono essere eventi stressanti che procurano traumi. Rumori forti e improvvisi come tuoni o le grida furiose di adulti possono traumatizzare neonati e bambini, che sono più suscettibili al trauma dato che il loro cervello e il corpo, sono meno preparati a far fronte allo stress. Non è tanto la natura dell'evento che definisce un trauma ma è la percezione di pericolo a costituire il fattore principale.

traumi e shock emotivi

I traumi e gli shock emotivi fanno parte della nostra evoluzione psicologica, sociale e spirituale. Il modo in cui assorbiamo queste esperienze può influenzare enormemente la qualità della nostra vita. La maggior parte di noi è stata spesso traumatizzata da avvenimenti solo apparentemente ordinari e di poca importanza,(ci hanno insegnato così) accaduti per lo più nell'infanzia, di cui in molti casi non si è nemmeno coscienti e che pur tuttavia possono comportare sgradevoli conseguenze emotive, incluse patologie psicologiche e fisiche.

Ci sono eventi che sono quasi sempre traumatizzanti come l'abuso fisico o emotivo, le aggressioni, o la morte di una persona cara. Ma ci sono eventi apparentemente comuni che provocano traumi, più spesso di quanto si possa pensare, eccone alcuni esempi:

-incidenti automobilistici (anche leggeri tamponamenti)

-procedure mediche e dentarie invasive, soprattutto se praticate su bambini immobilizzati o sotto anestesia

-malattia, soprattutto con febbre alta

-Intossicazioni

-senso d'abbandono

-terremoti, uragani, incendi, alluvioni

Cervello rettile

Secondo il neurologo Paul MacLean, il nostro cervello è costituito da tre componenti distinte: Il primo è la sede degli istinti primari e di funzioni vitali come il controllo del ritmo cardiaco e respiratorio (cervello rettile); il secondo è coinvolto nell'elaborazione delle emozioni (sistema limbico); il terzo, è sede di tutte le funzioni cognitive e razionali (neocorteccia).

I "tre" cervelli sono perfettamente coordinati anche se possono assumere un certo grado di indipendenza.

I cervelli rettiliano e limbico forniscono le risposte innate alla minaccia, attivano molte energie (modificazioni corporee involontarie), attraverso una forte attivazione (sovreccitazione) del Sistema Nervoso Autonomo. Quest'ultimo coinvolge tutto il corpo per fornire le risposte di sopravvivenza di base: lotta, fuga o congelamento.

Se queste risposte, per la velocità o per l'intensità dell'evento, non possono essere completate l'energia ad esse collegate rimane intrappolata nei nostri circuiti neuronali. Non è più possibile tornare alla normalità, non si compie cioè, una normale autoregolazione. L'energia mobilitata per la sopravvivenza intrappolata nel sistema nervoso genera sintomi che non sappiamo comprendere.

Il trauma ci disorganizza

Quando siamo traumatizzati il cervello si disorganizza e i "tre" cervelli non sono più coordinati. Quello che sperimentiamo è un senso di separazione da noi stessi. Perdiamo fiducia e confidenza, sperimentiamo continuamente una sensazione di scarsa "sicurezza", o ansia anche se gli eventi critici non sono più presenti. Resta attiva una fonte continua di stress.

Riemergere dal trauma

Somatic Experiencing offre un delicato ed efficiente sistema mente-corpo per riemergere dalle esperienze traumatiche o microtraumatiche. L'approccio è basato sul riconoscere ed incoraggiare le capacità intrinseche di autoguarigione, attraverso connessioni tra il "cervello rettile" e il corpo. Ciò consente di risolvere anche sintomi traumatici datati. Questo naturale approccio psico-biologico è il risultato di oltre 40 anni di ricerca e di applicazioni cliniche dott. Peter Levine. L'idea è nata dall'osservazione degli animali, che utilizzano meccanismi innati per tornare alla normalitè anche dopo un'esperienza in cui rischiano la vita, rendendoli naturalmente immuni ai traumi. Anche gli esseri umani vengono al mondo con capacità simili ma la loro funzione è spesso resa inutile dall'inibizione inconsapevole della parte più evoluta e razionale del nostro cervello (neocorteccia).


Chi desidera altre informazioni può contattarmi:info@integrita.it









 

 

home | integrità | sedute | psicologia | aziende | contatti |

© 2008-2016 - Fabio Sgubbi

Bologna Lugo stress psicologo Faenza psicologo Bologna depressione trauma ossessione ansia

amore benessere psicoterapia faenza isis

Comune di Faenza


Visualizzazione ingrandita della mappa